Il Torino voleva Rispoli: “Ma Zamparini crede ancora in me”

Dopo la cessione di Zappacosta al Chelsea il Torino di Sinisa Mihajlovic sta cercando dei terzini destri per rinforzare la difesa. Dopo l’ipotesi Sagna si valutava anche l’ipotesi Rispoli, ma il progetto del Palermo lo entusiasmava troppo per lasciare il capoluogo siciliano.

Il tecnico granata vorrebbe una terza alternativa ad Ansaldi e De Silvestri per evitare cali fisici durante la stagione.

IL PALERMO PUNTA TANTO SU DI LUI

Secondo Sky Sport il difensore classe ’88 avrebbe ricevuto un’offerta dal club torinese. Dopo averla valutata con agenti e società la sua risposta è stata però negativa nei confronti dei granata. Sebbene il richiamo della Serie A fosse forte, Rispoli ha deciso di rimanere a Palermo, nonostante la militanza in Serie B, visto che i siciliani puntavano molto su di lui per ricostruire il club rosanero: ” A 29 anni era giusto che io e la società facessimo delle valutazioni, sono rimasto perché il presidente crede in me e sono orgoglioso della sua fiducia, perché fino all’ultima giornata è arrivata un’offerta importante da parte di una società come il Torino. Questo dimostra che il Palermo vuole ripartire e ritornare immediatamente in Serie A” ha infatti affermato. Nella trattativa è stato decisivo anche l’intervento del tecnico palermitano: “Zamparini ha fatto di tutto per trattenermi, significa che crede in me in un momento della carriera in cui non sono più un ragazzino. Mi ha tenuto qui nonostante una offerta importante del Torino, questa è una ripartenza e so cosa significhi giocare in Serie B”. Questa per il terzino nativo di Cava de Tirreni e il Palermo può rappresentare una rinascita calcistica, mentre rimane il fatto che i granata ad oggi sono ancora alla ricerca di un terzino destro.