Tottenham, Paratici: “Vlahovic fuori dai nostri piani così come Brozovic e Skriniar. Icardi? Mai vicino alla Juve”

fabio-paratici-ok-calciomercato

Fabio Paratici, attuale direttore sportivo del Tottenham, ha parlato durante il Festival dello Sport di Trento. L’ex ds della Juventus ha rivelato moltissimi retroscena di calciomercato, anche ai tempi dei bianconeri.

Sulla Juventus

“La Serie A vista da Londra la vedo senza quel magone nello stomaco che avevo quando ero qua e lavoravo per la Juve. E’ un campionato sempre molto difficile, le posizioni si delineeranno intorno a novembre e dicembre. La Juve è un grande club con grandi dirigenti, con grandi giocatori, un grande allenatore, un grandissimo DNA e non muore mai. Ha tutto per tornare dove merita”.

Su Kane

“Abbiamo fatto la scelta di tenerlo perché il progetto di ricostruzione passa da lui. Siamo convinti di quello che abbiamo fatto e lui ama il Tottenham”.

harry-kane

Su Vlahovic

“Il profilo del serbo piace a tanti, ma per ora non rientra nei piani del Tottenham. Non voglio parlare di lui perché è un giocatore della Fiorentina e anche perché noi abbiamo Harry Kane che è il miglior centravanti al mondo”.

dusan-vlahovic

Su Skriniar

“Le voci su un interessamento del Tottenham? Non sono fondate”.

milan-skriniar

Su Brozovic

“Non c’è mai stato nemmeno un sondaggio, è un giocatore dell’Inter”.

marcelo-brozovic

Su Icardi

“Icardi non è stato così vicino alla Juventus per una serie di situazioni: era sotto contratto con l’Inter, era difficile fare un’operazione così. Poi noi alla Juve abbiamo avuto grandi attaccanti, era difficile trovarne uno migliore. Se n’è parlato tanto, ma non è mai stato vicino”.

Su Donnarumma

“Bisogna essere dentro le situazioni, penso che il Milan abbia fatto il possibile per trattenerlo. Ma alla fine c’è un calciatore che sceglie e firma. Un calciatore può anche pensare di fare esperienza differente, c’è un agente che gli consiglia e c’è un aspetto anche economico. In generale trovo sbagliato ‘disprezzare’ l’acquisto a parametro zero: ti può capitare di perdere un calciatore a zero ma anche di prenderne uno a zero costi”.