Udinese, Llorente: “Napoli? Mi tolsero il numero di maglia e mi fecero allenare con Milik e Ounas”

fernando-llorente

L’ex attaccante del Napoli, Fernando Llorente, ora all’Udinese, è tornato a parlare in un’intervista rilasciata all’agenzia di stampa EFE, riguardo proprio ai partenopei e al suo addio, concretizzatosi poi nel mercato invernale.

Le parole di Llorente

“Da quando se n’è andato Ancelotti non ho avuto più spazio e mi hanno ceduto. Volevano che me ne andassi e mi parlavano sempre molto bene dell’Udinese. Il rapporto con Gattuso è stato molto buono, mi ha trattato sempre con grande rispetto, ma gli avevano comprato i suoi giocatori, Osimhen e Petagna, e probabilmente doveva dare loro la precedenza.

Quand’è arrivato Gattuso, lo scorso anno, io mi sono infortunato. Poi, quando sono tornato ad allenarmi in gruppo è scoppiata la pandemia e tutto si è fermato per tre mesi. Per un giocatore con le mie caratteristiche è stato un orrore. Passando a questa stagione, la società mi ha poi tolto il numero di maglia e mi ha fatto allenare a parte con Milik e Ounas”.