Udinese, per Musso c’è la fila: Roma, Inter e alcuni club di Premier alla finestra

juan-musso

Una delle sorprese di questo campionato, sia per rendimento, che per affidabilità è sicuramente Juan Musso. Il portiere argentino dell’Udinese è arrivato in Friuli nel luglio del 2018, per una cifra vicina ai 4 milioni di euro dal Racing. Si è distinto in questi 3 anni per la sua forte presenza tra i pali e per una sorprendente reattività negli interventi.

In questo campionato è sicuramente stato, insieme al suo connazionale De Paul, uno dei maggiori artefici della salvezza anticipata della squadra di Luca Gotti. Ora dopo 3 anni passati in Italia, l’Udinese è pronta a farne un’ennesima plusvalenza, confermandosi quind un club con grande occhio per i giovani talenti, vedi Sanchez o lo stesso De Paul.

juan-musso

Gli occhi su Musso

Come citato da La Gazzetta dello Sport, Musso è seguito da tempo dai tante squadre italiani. Già in estate l’Inter di Antonio Conte provò a contattare la famiglia Pozzo. Infatti il club neroazzurro, ha individuato nel portiere argentino il perfetto “Dopo Handanovic“, che è prossimo al ritiro. La trattativa sfumò per colpa del prezzo elevato del giocatore. Così l’Inter decise di investire su altri talenti, coprendosi richiamando dal prestito il portiere rumeno Radu. Adesso, forte dello scudetto appena conquistato, il club di Zhang si è rifatto sotto e vuole investire su un portiere che possa sostituire al meglio lo sloveno.

Un altro club che ha bussato alla porta dell’Udinese è stata la Roma. La nuova proprietà americana dei Friedkin, vuole costruire una squadra competitiva da consegnare a Josè Mourinho. E se lo scorso inverno una trattativa sembrava essere già stata imbastita, adesso con l’arrivo di un nuovo tecnico ci saranno da fare nuove valutazioni. Anche su prospetti già apprezzati in passato.

Mentre le italiane aspettano di monetizzare dalle cessioni in vista del mercato estivo, alcuni club inglesi si sono fatti sotto, pronti a scatenare una vera e propria asta per l’estremo difensore dell’Udinese. Il suo cartellino parte dai 20 milioni di euro e sta facendo sfregare le mani alla famiglia Pozzo che è già pronta ad individuare il dopo Musso, ovviamente in Argentina.