UEFA, due dipendenti arrestati dalla polizia svizzera per corruzione: indagini in corso

uefa

La UEFA torna nuovamente nell’occhio del ciclone. Secondo quanto riportato dal quotidiano svizzero Blick infatti, sarebbe uscita fuori una notizia risalente a poco prima dell’inizio dell’Europeo itinerante. Dei dipendenti della UEFA sono stati arrestati dalle autorità svizzere per corruzione. La polizia ha aperto un’indagine penale sul caso e ovviamente verranno presi dei provvedimenti. I 2 arresti sono avvenuti nel mese di aprile e recentemente, i due uomini sono stati rilasciati.

wembley-euro-2020

Le autorità non hanno dato spiegazioni al perché abbiano fatto una retata nella sede sportiva della UEFA. Ma a quanto pare, sempre secondo il giornale svizzero, la polizia avrebbe raccolto delle retrocessioni su contratti che vincolano la UEFA ai fornitori di servizio e ai quali sarebbero stati sottratte somme notevoli. Fino ad oggi la notizia era stata tenuta nascosta per evitare un polverone poco prima l’inizio della competizione europea. La UEFA a riguardo ha emesso delle dichiarazioni sulla questione, che vi riportiamo qui sotto:

“La UEFA ha collaborato immediatamente e pienamente con le autorità svizzere quando siamo stati contattati in merito. Tutte le altre domande dovrebbero essere rivolte alla procura di Vaud”