Parla Vagnati, ds della Spal: “Cerchiamo calciatori da Serie A, su Paloschi vi dico…”

Una promozione meritata sul campo ed attesa per quarantanove, lunghi anni. La Spal, dopo due fallimenti ed un infinito purgatorio diviso fra Lega Pro Serie B, ha recentemente riabbracciato il calcio dei grandi centrando la promozione nella massima serie.

Davide Vagnati, ds degli estensi, ha fatto luce sui piani futuri del club dei Colombarini parlando del prossimo calciomercato dei vincitori del campionato cadetto. Strategie, interessi e casi da dover risolvere: l’agenda del dirigente ligure è colma di scadenze ed appuntamenti.

VAGNATI: “CERCHEREMO CALCIATORI CON ESPERIENZA IN SERIE A”

La stagione del ritorno in Serie A è la più bella ed esalante. Ma anche la più traumatica e difficile da superare: moltissimi club promossi dalla B, infatti, non sono riusciti a dar seguito alle ottime prestazione dell’anno precedente precipitando, nuovamente, nella serie cadetta. Altri, come il Crotone ad esempio, hanno gettato il cuore oltre l’ostacolo centrando una miracolosa salvezza a fine stagione.

Fra la debacle del Pescara e la permanenza nella massima serie dei calabresi, la Spal di Semplici cerca di costruire una rosa in grado di emulare i pitagorici. Intervistato dal sito Estense.com, il ds Vagnati ha rilasciato alcune dichiarazioni molto interessanti. Ecco le sue parole: “Cedere dei giocatori è sicuramente la parte più difficile, ma ad alcuni come Giani e Silvestri ho già comunicato che saranno liberi di cercare altre sistemazioni, una conferma arriverebbe solo in mancanza di alternative nei rispettivi ruoli. Per la porta valutiamo Chichizola che ci è stato proposto, ma la linea guida sarà quella di prendere più giocatori possibili che abbiano esperienza in Serie A. Paloschi? È un buon giocatore che viene da un’annata difficile, ma non ne abbiamo parlato con l’Atalanta. Murano? Abbiamo un accordo, lo valuteremo in ritiro per poi girarlo in prestito visto che ha diverse richieste dalla Lega Pro. Faremo sforzi per coprire quei ruoli più difficili da colmare a fine mercato, ma per il resto bisognerà aspettare quando, anche dalle grandi squadre, diversi giocatori rimarranno fuori dalle liste delle rose. Io al Chievo? Fa piacere l’interesse di certi club, ma non mi vedo con una maglia diversa da quella della Spal. Stiamo parlando del rinnovo da tempo e vediamo se questa sarà la settimana giusta. Mazza? Credo che sarà un elemento fondamentale per noi e giocarci già dalle prime giornate sarà molto importante”.