Valencia, Florenzi: “Mi manca Roma ma non tornerei domani. Nonna? De Rossi mi minacciò”

alessandro-florenzi

Alessandro Florenzi, ex terzino della Roma attualmente in prestito al Valencia, ha partecipato ad una diretta Instagram con il tennista Fabio Fognini. Tra i temi trattati, il rapporto con Roma e l’attuale esperienza in Spagna.

Di seguito le sue parole, riportate da Calciomercato.com.

Valencia, tra allenamenti e ripresa

“Ci hanno detto che lunedì probabilmente possiamo iniziare ad allenarci da soli. Sono 40 giorni che non vedo il campo. Per fortuna a casa ho la cyclette e altri attrezzi che ci ha dato la società per restare in forma. Ho provato a fare una dieta quasi vegetariana, togliendo di molto la carne. Ormai posso andare al Tour de France (ride, ndr). O qui sono troppo positivi/imprudenti o in Italia sono l’opposto. Se a Roma posso andare a Villa Borghese, perché non posso allenarmi al campo sportivo?”.

alessandro-florenzi

Roma, “ti vibra dentro”

“Roma è una parola che vibra dentro. A parte la città, che tutti sanno quello che vale, alle volte non vorrei essere di Roma per andare a visitarla da turista. Quando sia di averla sempre lì, non apprezzi le cose. È una cosa che rimane dentro. Mi manca Roma in tante cose. Ho lasciato tante cose, amici, la famiglia. Professionalmente parlando è stata una scelta, ognuno fa il proprio percorso. Sto bene qui, mi manca Roma, ma se mi chiedi se domani torno a Roma ti dico no, perché voglio vivermi questa esperienza appieno. Al momento sono aperto a questo. Per ora sono in prestito qui fino al 30 giugno, poi bisogna vedere se la FIFA allungherà i contratti”.

La nonna tra gli spalti, De Rossi in campo

“Il saluto a mia nonna? Era la prima volta che veniva allo stadio. Io le avevo detto che se avessi segnato l’avrei salutata, ma non pensavo che ce l’avrei fatta. Dopo il giallo Daniele (De Rossi, ndr), mi ha detto “Siamo al 12’ e sei già ammonito, se ti fai espellere ti picchio”.