The Italian Job – Marco Verratti e il sogno chiamato Champions League

Marco Verratti, classe 1992 è un altro talento nostrano che si è allontanato dal nostro calcio. Quando parliamo di lui non possiamo neanche dire che è andato via dalla Serie A poiché il suo passaggio dal Pescara all’attuale Paris Saint-Germain è stato ufficializzato nell’anno della promozione del Pescara dalla serie cadetta alla Serie A italiana.

Ci sarebbe già da riflettere su questo. All’epoca la Juventus, maggiore interessata, non volle effettuare la spesa, a loro dire esagerata, per un giocatore seppur di talento ma senza esperienza nel nostro campionato maggiore. Ovviamente c’è da ragionare su questa scelta che in Italia fanno un po’ tutte le squadre (tranne forse l’Atalanta in questa stagione).

“GIOCO IN UNA DELLE SQUADRE PIU’ FORTI DEL MONDO” VERRATTI DOPO LA VITTORIA SUL BARCELLONA

Adesso Marco sta crescendo all’ombra della Torre Eiffel, ma come tutti i grandi giocatori vuole vincere e se in Francia il Paris ha vita facile e ha già vinto tutto, manca la consacrazione a livello europeo per una squadra la cui rosa non ha nulla da invidiare alle altre grandissime del panorama europeo.

Proprio su OkCalciomercato, qualche giorno fa, avevamo riportato le parole del suo agente che paventava l’ipotesi di far cambiare aria al centrocampista azzurro. Il motivo? Se fosse ancora sfuggita la Coppa dalle grandi orecchie. Una delle possibili destinazioni? Il Barcellona. La squadra catalana schiantata proprio martedì sera al Parco dei Principi. Marco Verratti? Tra i migliori in campo, suo l’assist a Draxler per il gol del momentaneo due a zero.