Zenit: soffiato un obiettivo a Roma e Inter

Lo Zenit anticipa Roma Inter nella corsa a Sebastian Driussi. Il club russo ha bruciato la concorrenza per la giovane punta del River Plate, richiesta da mezza Europa. Dopo l’ottima stagione coi “Millionarios”, condita da 16 reti in 26 presenze, l’attaccante era finito nel mirino di giallorossi e nerazzurri, i primi in cerca di un vice-Dzeko, i secondi di un vice-Icardi. L’argentino risultava essere il profilo perfetto per entrambi.

LO ZENIT SOFFIA DRIUSSI A ROMA E INTER

Rapido, tecnico e cattivo sotto porta, il classe ’96 è considerato uno dei maggiori talenti del “futbòl albiceleste”. Se i club nostrani hanno scelto di temporeggiare, così non è stato per lo Zenit di Mancini. L’allenatore ha richiesto espressamente il giocatore e la dirigenza ha subito deciso di mettere sul piatto 20 milioni di euro per convincere il River. Dopo l’acquisto di Driussi, seguito a quello di Paredes dalla Roma, il club di San Pietroburgo non è intenzionato a fermarsi. Nel mirino c’è anche Rodrigo Caio. Mancini spende e spande. Lo Zenit è ambizioso.