Lazio e Roma sfidano Midtjylland e Helsinki: la guida alle avversarie delle romane

esultanza-lazio
L'esultanza della Lazio - Foto Antonio Fraioli

Le competizioni europee sono utili agli amanti del calcio per entrare in contatto con delle realtà calcistiche totalmente diverse dai campionati che conosciamo bene. Lo scorso anno per esempio, la Roma ha dovuto fare i conti con il Bodo Glimt, squadra norvegese, che ha messo in difficoltà la squadra di Mourinho, riuscendo a rifilargli anche un sonoro 6-1 nella notte di Bodo. E ironia della sorte, quei 4 match complessivi sono serviti ai giallorossi per individuare quello che probabilmente sarà il prossimo colpo del loro calciomercato invernale: Ola Solbakken.

esultanza-roma
L’esultanza della Roma – Foto Antonio Fraioli

Quest’anno sia Roma che Lazio sono impegnate in Europa League e in entrambi i gironi delle nostre italiane sono presenti avversari provenienti da campionati mai realmente considerati. Giovedì 15 settembre infatti, i biancocelesti sfideranno i danesi del Midtjylland, mentre i giallorossi i finlandesi dell’HJK Helsinki. Andiamo a conoscere meglio questi club scandinavi.

Midtjylland: il club mai retrocesso che cerca la prima vittoria contro una squadra italiana

Nato nel 1999 dalla fusione di Ikast e Herning Fremad, in poco tempo il Midtjylland è riuscito a vincere ben 3 campionati danesi e 2 coppe nazionali. La chiave degli ultimi successi appartiene sicuramente al presidente Rasmus Ankersen, che grazie all’aiuto dell’attuale presidente del Brentford, Matthew Benham, sono riusciti a portare in alto il club di Herning. I nerorossi possono vantare anche il miglior settore giovanile di tutta la Danimarca, con molti dei loro prodotti che ora sono protagonisti in giro per l’Europa. Dal giorno della fondazione del club inoltre, il Midtjylland non è mai retrocesso nella Serie B danese, riuscendo sempre ad imporsi nelle zone alte della Superligaen.

La stella della squadra è sicuramente Evander, fantasista brasiliano classe 1998, arrivato nel 2018 dal Vasco da Gama e cercato in passato anche da Genoa e Juventus. Il 24enne però non è l’unico giocatore brasiliano presente in rosa, che ne conta altri 4. Importante negli ultimi anni è diventata anche la colonia nigeriana. Il settore giovanile ha visto partorire calciatori del calibro di Onuachu, miglior marcatore della storia del club e adesso in forza al Genk, Onyedika, in estate passato al Bruges e il giovane portiere Ugboh. I giocatori danesi non mancano, con il terzino classe 2001 Dhyr, Pione Sisto con una carriera da ex wonderkid, l’attuale capocannoniere Isaksen e il 17enne Andreasen appena promosso in prima squadra.

Nella seconda giornata di Europa League, il Midtjylland ospiterà quindi la Lazio e scenderà in campo anche per sfatare un tabù. I danesi, negli ultimi 4 incontri contro squadre italiane non sono mai riusciti a vincere e hanno raccolto solo 1 pareggio e 3 sconfitte. L’esordio in stagione in Europa non è andato come previsto, con la squadra di Capellas (tra l’altro unico allenatore non danese della storia del club), che è stata sconfitta 1-0 in Austria contro lo Sturm Graz.

HJK Helsinki: la squadra più titolata di Finlandia che i giallorossi non hanno mai sfidato

Fondata nel 1907 dal pattinatore svedese Frederik Wathen, l’HJK Helsinki è la squadra più titolata della Finlandia con ben 31 Veikkausliiga, 14 Suomen Cup e 5 LiigaCup. Ha partecipato per la prima volta alla Coppa Dei Campioni nel 1964 ma ancora non conta competizioni europee in bacheca. I finlandesi sfideranno la Roma per la prima volta nella loro storia e lo faranno allo stadio Olimpico, che per i giocatori di mister Toni Koshela sarà un palcoscenico importantissimo. Hanno raggiunto la qualificazione in Europa League dopo aver perso al secondo turno di qualificazione contro il Viktoria Plzen, capitata poi nel girone con Inter, Barcellona e Bayern Monaco.

Per la squadra di Helsinki questa è solo la terza volta che partecipa ad una fase a gironi di una competizione europea. Lo scorso anno i finlandesi hanno partecipato anche alla Conference League, vinta proprio dai giallorossi, classificandosi terzi dietro a LASK e Maccabi Tel-Aviv. Così come i danesi del Midtjylland, anche il club di proprietà di Lyytikäinen, contro squadre italiane ha un brutto trascorso, con ben 5 sconfitte in 6 partite. L’unica vittoria è arrivata in casa contro il Torino nella stagione 2014-2015.

La rosa è formata per lo più da giocatori finlandesi e all’interno di essa è presente anche una vecchia conoscenza della nostra Serie A, il 35enne Perparim Hetemaj. In passato l’HJK ha accolto anche Joel Untersee, terzino svizzero uscito dalle giovanili della Juventus e che ha militato in Serie B con Empoli e Brescia. Da tenere d’occhio ci sarà sicuramente la punta classe 2000 Anthony Olusanya autore di 5 reti. Oltre all’attaccante finlandese, gli altri pericoli possono arrivare dalle fasce, dove l’Helsinki ha Pyry Soiri e Casper Terho. Come la Roma che all’esordio ha perso 2-1 in Bulgaria contro il Ludogorets, anche i finlandesi sono stati battuti dal Betis per 0-2.