UEFA: “Possibile pianificare la ripresa delle competizioni attualmente sospese”

stadio-coronavirus

Nella situazione di incertezza in cui al momento si trova l’Europa e nello specifico il calcio europeo, ci sono posizioni discordanti su come e quando consentire la ripresa.

In alcune nazioni (come la Francia) hanno già stabilito che fino a settembre non si giocherà, mentre in altre (come la Germania) hanno già individuato la data per ricominciare.

UEFA: “Salute di fondamentale importanza”

Il professor Tim Meyer, presidente della commissione medica della UEFA, si è espresso riguardo la questione attraverso una nota ufficiale, esprimendo il proprio parere:

“Nel discutere qualsiasi ritorno al calcio competitivo e di livello élite, la salute dei giocatori, di tutti coloro che sono coinvolti nelle potenziali partite e del pubblico in generale è di fondamentale importanza. Tutte le organizzazioni calcistiche che stanno pianificando il riavvio delle loro competizioni realizzeranno protocolli completi che dettano le condizioni sanitarie e operative garantendo che sia tutelata la salute delle persone coinvolte nelle partite e che sia preservata l’integrità delle politiche pubbliche. In queste condizioni e nel pieno rispetto della legislazione locale, è sicuramente possibile pianificare la ripresa delle competizioni sospese durante la stagione 2019/20”.