Juventus, dall’idea Thuram al rinnovo di Rabiot: il punto sul centrocampo

khephren-thuram

Cristiano Giuntoli si sta muovendo per definire la nuova Juventus e il reparto che subirà maggiori cambiamenti sarà il centrocampo. Il primo colpo potrebbe essere Douglas Luiz dall’Aston Villa: l’operazione si è sbloccata grazie all’inserimento di Enzo Barrenechea come contropartita al posto di Weston McKennie, il quale non ha trovato l’accordo economico con i Villans. Secondo quanto riportato da Sky Sport, la Vecchia Signora avrebbe anche un’intesa di massima con Teun Koopmeiners, ma lo scoglio da superare rimangono i 60 milioni di euro richiesti dall’Atalanta. Inoltre, visti i tentennamenti di Adrien Rabiot per il rinnovo di contratto, Giuntoli ha iniziato a muoversi concretamente per portare in bianconero Khéphren Thuram, fratello dell’interista Marcus.

Pronta la rivoluzione in centrocampo

L’operazione Douglas Luiz supererà ampiamente il tetto dei 50 milioni di euro: oltre ai cartellini di Samuel Iling-Junior e Barrenechea, la Juventus verserà nelle casse dell’Aston Villa 22 milioni più 8 di bonus facilmente raggiungibili. Allo stesso tempo la società piemontese manterrà il 10% sulla futura rivendita di entrambi i calciatori. L’affare Koopmeiners invece è più complicato vista la richiesta di 60 milioni da parte della Dea. Tuttavia, l’inserimento del difensore Dean Huijsen come contropartita potrebbe diminuire la distanza economica tra i due club. Thuram, che potrebbe arrivare a Torino a prescindere dalla permanenza di Rabiot, rappresenta un’opportunità di mercato dato che il suo contratto con il Nizza scadrà il 30 giugno 2025 e la trattativa potrebbe andare in porto per una cifra compresa tra i 15 e 18 milioni. Rabiot prenderà una decisione definitiva sul rinnovo contrattuale solamente al termine dell’Europeo: al momento non c’è ancora l’accordo con la società bianconera, ma le parti continuano a trattare.